Meditazione a portata di mamma

Yoga asana

Quanti impegni nella vita delle donne e, ancora di più, delle mamme. molte hanno un marito che, se coscienzioso, aiuta la moglie almeno in qualche faccenda domestica o nell’accudire i bambini ma molte mamme sono da sole, separate e non possono contare su molto aiuto: il lavoro, le faccende domestiche, seguire i figli nello studio, cucinare… il tempo non basta mai e occorre fare più cose contemporaneamente, questo è il cosiddetto multitasking. Appare, quindi, del tutto normale che la mamma, ad un certo punto, accumuli una quantità esagerata di stress e nervosismo associati ad ansia e possa anche perdere in qualche occasione il controllo e avere reazioni spropositate che incidono sulla serenità della vita familiare. Su questo si innestano, a posteriori, anche sensi di colpa che non fanno bene all’equilibrio, all’autostima che, invece, dovrebbe essere alle stelle per la consapevolezza di riuscire a fare dei mezzi miracoli nella vita quotidiana. Le mamme hanno un bisogno assoluto di prendersi qualche minuto per se stesse, per riequilibrarsi, non ci vuole poi tanto.

L’importanza della respirazione

Chi non ha sentito parlare di somatizzazione? La somatizzazione è la proiezione di uno stato psicologico sull’organismo con l’insorgenza di una serie di disturbi fisici che non hanno una causa reale fisica ma che si generano per l’effetto si stati specifici, ansia, stress, nervosismo che incidono sul funzionamento biologico dei vari organi: il mal di testa, allo stomaco, dolori cervicali, crampi alla pancia sono tutti sintomi che, se slegati da patologie, sono da riferirsi allo stato psicologico e nervoso. Prenditi una mezz’ora, non importa se qualcosa resta da stirare o se i piatti si accumulano nel lavandino, sono tutte cose che possono attendere: pensa a te stessa; respira correttamente e con beneficio: la respirazione Yoga è la migliore e non devi recarti da nessuna parte. Siediti comoda, chiudi gli occhi e appoggia una mano sul petto per avere la consapevolezza tattile dell’aria che entra ed esce dai polmoni. Ad ogni espirazione mandi fuori dal corpo la negatività, il nervosismo e ad ogni inspirazione introduci colori, pensieri positivi, energia.

Yoga e camminare

Sarebbe utile praticare tutte le mattine gli esercizi Yoga, gli asana, per 15 minuti ma se proprio non vuoi o non puoi, cammina, evita o mezzi pubblici o scendi due fermate prima e cammina: questo è un mezzo di meditazione parecchio efficace che scarica le tensioni e interiorizza le emozioni; noterai che il respiro si fa più regolare e profondo e che le tensioni si allentano.  Utilissimo anche isolarsi in una propria bolla, come sanno fare molto bene i bambini. Soprattutto quando vivi nel corso della tua giornata momenti noiosi o fastidiosi, creati una bolla in cui rifugiarti, distaccandoti per un po’ da tutto e semplicemente pensare a cose positive, scacciando via ogni energia negativa o stimolo fastidioso. Semplicemente operando questa strategia ti accorgerai di aver recuperato del tempo per te stessa e di aver ottenuto un rilassamento che ti fa bene e ti farà affrontare tutto il resto con maggiore leggerezza.