BENESSERE&MINDFULNESS PILLOLE DI PI

Sentire è meglio che pensare

21 aprile 2016

Sentire è meglio che pensare, arrovellarsi, filosofeggiare.
I pensieri si fanno pesanti quando si dà loro troppa importanza. Alcuni poi diventano carichi. Intorbidiscono la realtà.
Sentire alleggerisce.
Sentire è essere nel cuore, in un cuore che si apre alla vita ogni giorno, spontaneamente.
Sentire è vedere le cose per ciò che sono.
E questa poesia di Pessoa è meravigliosamente mindfulness, o meglio heartfulness:

sentire è meglio che pensare

“Il mio sguardo è nitido come un girasole.
Ho l’abitudine di camminare per le strade
guardando a destra e a sinistra
e talvolta guardando dietro di me…
E ciò che vedo a ogni momento
è ciò che non avevo mai visto prima,
e so accorgermene molto bene.
So avere lo stupore essenziale
che avrebbe un bambino se, nel nascere,
si accorgesse che è nato davvero…
Mi sento nascere a ogni momento
per l’eterna novità del Mondo.

Credo al mondo come a una margherita,
perché lo vedo. Ma non penso ad esso,
perché pensare è non capire…
Il Mondo non si è fatto perché noi pensiamo a lui,
(pensare è un’infermità degli occhi)
ma per guardarlo ed essere in armonia con esso.

Io non ho filosofia: ho sensi.
Se parlo della Natura, non è perché sappia ciò che è,
ma perché l’amo, e l’amo per questo
perché chi ama non sa mai quello che ama,
né sa perché ama, né cosa sia amare…

Amare è l’eterna innocenza e l’unica innocenza è non pensare.”

Pessoa

2 Comments

  • Reply Oltrechemamma 21 aprile 2016 at 22:16

    Questi versi sono bellissimi, Pessoa è stato
    Il poeta del mio periodo universitario… Che bei ricordi riaffiorano in me!

    • Reply mammayoga 22 aprile 2016 at 15:06

      Sono versi illuminati e illuminanti, davvero!

    Leave a Reply

    Condivisioni