DONNE ALLO SPECCHIO PILLOLE DI PI

Noemi Bengala unadonnaalcontrario, autrice di Safari. Uno splendido viaggio per il mondo (interiore)

21 marzo 2016

Oggi sarò molto diretta e andrò dritta al punto. Conosci Noemi Bengala #unadonnaalcontrario? Hai letto #Safari,  il libro da lei auto pubblicato?

Se la risposta è no, fidati, leggi il suo blog, scoprila più da vicino con l’intervista che la mia cara amica #Myserendipity le ha fatto e se ancora non sei convinto (non credo) leggi ancora qui sotto le mie impressioni. Ma soprattutto leggi questo splendido libro, Safari

Perché sono così insistente? Perché l’avrei voluto scrivere io un libro così e non sto scherzando. Avrai l’occasione di viaggiare per il mondo, e ti troverai davanti alla ricchezza che si può celare in un animo umano in continua ricerca…

unadonnaalcontrario

Ed ecco qualche mia impressione:

Safari. Non vedevo l’ora di leggerlo; alla sera appena libera o in un momento del pomeriggio eccolo lì tra le mie mani, le dita curiose voltavano finalmente le pagine, però con calma. È un libro che mi donava qualcosa ad ogni pagina. Non c’era fretta. Una riflessione, un’emozione, un silenzio, una particolare attitudine.
Non scherzo se dico che questo libro ti porta come dire… a meditare. Cioè, stai bene mentre leggi. Non sei lì ad attendere una risoluzione, un crescendo, una svolta, tutto ciò che conta è già lì, istante dopo istante, parola dopo parola, in trasformazione.
Me lo sono portata pure a scuola credendo ingenuamente di riuscire nell’ora buca a gustarmi almeno qualche riga, una pagina magari. Niente da fare…
Finalmente un romanzo in cui non mi dovevo arrovellare su nomi, eventi, fitte trame, ma dovevo solo lasciarmi andare al flusso delle sensazioni di Lisa e delle mie.
Che voglia di viaggio e di viaggiare. Pareva di essere lì con lei ad assaggiare cibi esotici, a respirare l’odore di terre lontane, a fare la spesa in mercati tradizionali, ad ascoltare i suoni della natura, ad arrabbiarmi, e poi a scoprirmi felice…
Io non sono mai stata ribelle dentro, sì un po’ di vivace inquietudine ce l’ho, ma Lisa finisci per invidiarla per questa ansia che la domina, l’ansia di rispondere a se stessa e basta. Nonostante tutto e tutti.
Forse potresti non condividere ogni sua scelta ma cavolo, finisci per capirla, rispettarla, e arrivi a ringraziarla per averti trasmesso un modo diverso di guardare alle cose. Un modo da donnalcontrario Capisco sempre di più che cosa sia questo suo sentire e il perché di questo nome.
Un modo dettato dal rispetto verso se stessa, dall’essersi messa in ascolto una volta per tutte di quella voce interiore che reclamava attenzione a voce alta sino a serrare i denti, per giungere a guardare negli occhi la bambina che non accettava più di essere messa all’angolo.
Un romanzo di trasformazione per tutte le donne. Ma sono sicura sia anche dedicato agli uomini, a quegli uomini un po’ al contrario pure loro se solo si guardano dentro, a quegli uomini che vogliono capire qualcosa in più del nostro complesso e misterioso mondo interiore che poi non è così distante dal loro, basta abbattere le difese. Le nostre e le loro.

PillolediPì

 

5 Comments

  • Reply Oltrechemamma 21 marzo 2016 at 17:52

    Work in progress per me, poche pagine e poi anche io recensisco ?
    Lisa sembra una nostra amica, una donna da noi già conosciuta…attendo la fine!

    • Reply mammayoga 22 marzo 2016 at 15:07

      attendo di leggere le tue impressioni!!

  • Reply Mamma Avvocato 31 marzo 2016 at 15:41

    Non conosco nè l’autrice nè il libro, nè il blog ma anche Silvia di Scintilledigioia me lo ha consigliato…prendo nota!!!!

    • Reply mammayoga 31 marzo 2016 at 15:49

      Si vai a vedere quando riesci! :-))

  • Reply Mammayoga risponde - Unadonnaalcontrario 27 aprile 2016 at 13:30

    […] mammayoga mi ha regalato la sua recensione di Safari, mi aveva fatto sentire come chi vince un premio […]

  • Leave a Reply

    Condivisioni